03/03/2017 PUGLIA - Bando INNOLABS

pubblicato il 08/03/17

Il bando ha la finalità di finanziare progetti pilota di sperimentazione di soluzioni innovative , al fine di contribuire alla promozione di nuovi mercati per l'innovazione.
Coinvolge i tre principali sistemi territoriali di riferimento della SmartPuglia 2020:
- Il sistema regionale della pubblica amministrazione ;
- Il sistema regionale della conoscenza,
- Il sistema regionale dello sviluppo.
Beneficiari
- Singola PMI
- Raggruppamenti costituiti da imprese ( sia PMI che Grandi imprese)
- Raggruppamenti costituiti da una o più imprese (sia PMI che Grandi imprese) e organismi di ricerca
I soggetti beneficiari organizzati in raggruppamento devono essere strutturati attraverso una delle seguenti forme ( ATS - ATI- Contratti di rete - Consorzi o Società consortile).
I progetti candidati devono riguardare i seguenti domini tematici di riferimento:
I. Ambiente, Sicurezza e Tutela Territoriale
II. Cultura e Turismo
III. Energia Rinnovabile e Competitiva
IV. Governo elettronico per la PA
V. Salute, Benessere e Dinamiche Socio-Culturali
VI. Istruzione ed Educazione
VII. Economia Creativa e Digitale
VIII. Trasporti e Mobilità Sostenibile.
Tipologie di aggregazione progettuali
- Tipologia 1 - Smart City & Community: La tipologia si riferisce prevalentemente alla sfida sociale "Città e territori sostenibili" e "Energia sostenibile".
- Tipologia 2 - Knowledge Community: La tipologia si riferisce prevalentemente alla sfida sociale "Salute, benessere e dinamiche socio-culturali".
- Tipologia 3 - Business Community: La tipologia si riferisce prevalentemente alla sfida sociale "Industria creativa e sviluppo culturale" e "Sicurezza alimentare e agricoltura sostenibile.
Intensità di aiuto
Per i progetti presentati da singole Imprese, l’intensità di aiuto, calcolata in base ai costi valutati ammissibili, non può superare le percentuali di contribuzione di seguito specificate:
- 45% per le micro/piccole imprese;
- 35% per le medie imprese;
- 25% per le grandi imprese
Per i progetti presentati da Raggruppamenti in collaborazione effettiva con un organismo di ricerca che sostenga almeno il 10% dei costi ammissibili e che abbia il diritto di pubblicare i risultati della ricerca, l’intensità di aiuto non può superare le percentuali di contribuzione di seguito specificate, calcolate rispetto ai costi valutati ammissibili:
- 60% per le micro/piccole imprese;
- 50% per le medie imprese;
- 40% per le grandi Imprese.
Il costo minimo per singolo progetto candidato è di 150.000,00 euro
Il contributo massimo erogabile è comunque pari a:
- 150.000,00 Euro per progetti presentati da singole imprese;
- 800.000,00 Euro per progetti presentati da raggruppamenti di imprese
Risorse Finanziarie € 10.000.000,00.
Spese ammissibili
- spese per il personale, a condizione che lo stesso sia operante nelle unita locali ubicate nella regione;
- spese per strumentazione, attrezzature ed infrastrutture tecnologiche, di nuovo acquisto, utilizzate per la realizzazione delle attività previste dal progetto;
- spese della ricerca per l’acquisto di licenze e/o lo sviluppo di software;
- altri costi d’esercizio;
- spese generali.
Durata dei progetti
Le attività ammesse a finanziamento dovranno avere una durata massima di 18 mesi.
Tempistica rendicontazione finale
Entro e non oltre 30 giorni dalla data di conclusione del progetto il capofila beneficiario dovrà trasmettere alla Regione Puglia, tramite procedura telematica sul portale SistemaPuglia, pena la revoca del beneficio, la dichiarazione di conclusione delle attività progettuali, allegando la rendicontazione finanziaria e la rendicontazione tecnica attraverso apposita modulistica.
Le domande di agevolazione dovranno essere inoltrate, pena l’esclusione, unicamente in via telematica attraverso procedura on line disponibile a partire dalle ore 12:00 del 13 marzo 2017 sino alle ore 14:00 del 13 aprile 2017.
Oltre tale termine, il sistema non consentirà più l’accesso alla procedura telematica e, pertanto, non sarà più possibile la regolarizzazione, sotto qualsiasi forma, delle domande da parte dei Proponenti che abbiamo omesso, totalmente o in modo parziale, anche uno solo dei dati e/o dei documenti e/o delle dichiarazioni prescritte.
I proponenti devono fornire, attraverso la procedura telematica, i dati della domanda per la concessione dell’agevolazione, e tutti i documenti e/o dichiarazioni sostitutive rese ai sensi del DPR 445/2000, conformi ai contenuti riportati nell’ Avviso.
A seguito di completa e corretta compilazione dei pannelli della procedura telematica, sarà generato il modulo di “Presentazione della domanda di agevolazione” (Allegato 3) che dovrà essere firmato digitalmente dal Legale Rappresentante del soggetto capofila richiedente, e allegato alla stessa procedura telematica.
Fa fede la data e l’ora riportata sulla ricevuta di trasmissione generata dalla procedura telematica.
La Regione Puglia si avvarrà di InnovaPuglia quale Organismo di Valutazione, che dopo aver verificato le condizioni di ammissibilità formale delle proposte presentate, per la valutazione tecnico-economica e finanziaria delle stesse utilizzerà esperti anche esterni alla propria organizzazione, designati dal Dipartimento Sviluppo Economico, Innovazione, Istruzione, Formazione e Lavoro, che garantiscano indipendenza, alto profilo ed elevate competenze tecniche e/o scientifiche, e che comunque non abbiano cointeressi nelle proposte da valutare.

Precedente | Successivo


FacebookTwitterGoogle+Invia per email